Informativa - Clinica Veterinaria Del Parco

Vai ai contenuti

Menu principale:

Informativa

La sterilizzazione, una scelta consapevole


Un modo per evitare pericoli:
per la maggior parte dell'anno, la normalita' e' quella di non essere in calore, quindi sterilizzando si lascia la normalita'. Inoltre togliendo le manifestazioni legate al calore si evitano le eventuali fughe e le possibili conseguenze: investimenti, avvelenalenti e maltrattamenti da parte dei proprietari dei partners con cui l'animale vorrebbe accoppiarsi.

Un atto di responsabilita':
un cane o un gatto possono dare origine a una vera e propria dinastia. Trovare un padrone per ogni cucciolo partorito equivale a togliere la possibilita' ad un trovatello di essere adottato. Sterilizzarli inoltre significa prevenire l'abbandono e il randagismo e i possibili incidenti stradali causati da animali vaganti.

Un'efficace forma di prevenzione:
è stato dimostrato scientificamente che non e' vero che un animale per stare bene debba fare la prima cucciolata. La sterilizzazione effettuata entro il primo anno di eta' si e' rivelata l'unico mezzo efficace nella prevenzione di tumori mammari, infezioni uterine, patologie prostatice e dei testicoli.

Inoltre...
...una scelta che aiuta l'economia di casa e la convivenza. La sterilizzazione ha un costo molto inferiore se paragonato all'ammontare delle spese per la gravidanza e svezzamento dei cuccioli. Non solo, grazie all'intervento si evitano tutte le situazioni di disagio tipiche del periodo "degli amori" come: odori sgraditi, lamenti e difficile recluzione/isolamento.

Un'alimentazione ad hoc!
dopo la sterilizzazione il metabolismo del cane e del gatto rallenta. Per questo e' importante scegliere un'alimentazione su misura per le sue nuove esigenze in grado di fornire tutti i nutrienti necessari alla salute dell'animale prevenendo sovrappeso, obesita' e i rischi ad essi collegati.

Che cos'e' la Leishmaniosi


La Leishmaniosi e' una grave malattia parassitaria che puo' colpire il cane ( Leishmaniosi Viscerale). La malattia puo' essere trasmessa al cane attraverso la puntura di un insetto piu' piccolo della zanzara, Il flebotomo, comunemente detto pappatacio. I flebotomi sono attivi soprattutto durante la notte, mentre nelle ore calde del giorno riposano nelle vicinanze dei loro possibili ospiti, mimetizzandosi nell'ambiente circostante.
Alle nostre latitudini il pappatacio e' attivo nel periodo compreso tra maggio e settembre; risulta distribuito irregolarmente sul territorio nazionale in una fascia compresa tra il mare e i rilievi, fino a 800 metri di altezza.
Le zone con maggior diffusione della malattia sono: Sardegna, Sicilia, Costa ionica e tirrenica. Inoltre i flebotomi sono diffusi in tutte le aree collinari e costiere di Toscana, Lazio, Campania, Basilicata, Abruzzo, Puglia.
E' stata segnalata la presenza del Flebotomo, anche se sporadicamente, in aree del Nord-Ovest e del Nord-Est.

Un programma di prevenzione per il vostro cane

Trattare il cane con un prodotto ad azione repellente nei confronti dei flebotomi.

Ridurre l'esposizione notturna del cane al parassita, evitando lunghe passeggiate serali e ricoverarlo al chiuso durante la notte.

Applicare alle finestre zanzariere dalle maglie fitte ( 0,4 - 2 mm)

Impiegare insetticidi ambientali per uso domestico.

Rivolgetevi a noi per sottoporre il cane, nel periodo di riposo dei flebotomi ( ottobre - aprile ), ad esami sierologici



Filariosi:
un pericolo per la salute del cane e del gatto


Un parassita trasmesso dalle zanzare:

La zanzara compie il pasto di sangue su un cane infestato ed ingerisce le larve del parassita ( Dirofilaria immitis). La zanzara con un nuovo pasto di sangue, trasmette le larve ad un altro cane o gatto. Le larve raggiungono il cuore.  Le Filarie adulte sono vermi lunghi 17-30 cm, localizzati nel cuore e nei vasi polmonari. I vermi adulti immettono nuove larve nel torrente circolatorio e l'animale colpito diffonde a sua volta la malattia.

Nel Cane
La Filariosi Cardiopolmonare determina:

Minor rendimento
Tosse
Difficolta' respiratorie
Insufficienza cardiaca
Nei casi piu' gravi puo' essere mortale

Nel gatto
La Filariosi Cardiopolmonare determina:
Tosse
Difficolta' respiratorie
Vomito
Il decorso e' rapido e talvolta mortale
Gravita' e mortalita' sono maggiori rispetto al cane

Le zecche:

le zecche trasmettono malattie dopo 48 ore e sono presenti in tutto il territorio nazionale

Localizzazione sull'animale:
- la zecca si localizza in aree cutanee preferenziali ( padiglioni auricolari, zone periorbitali,...)

Inserimento dell'apparato boccale nella pelle:
- i cheliceri lacerano l'epidermide e l'ipostoma penetra nel derma

Fissazione e secrezione della sostanza cementante:
- la sostanza cementante permette la fissazione del parassita all'ospite, rendendo l'asportazione difficile anche dopo la sua morte.

Fase lenta di assunzione del sangue:
- il pasto della zecca inizia con una fase di assunzione lenta del sangue, alternata da una fase di secrezione salivare capace di contrastare le difese immunitarie del cane e del gatto.

Dopo 48 ore fase di assunzione rapida e trasmissione della malattie:
- si ha accelerazione delle fasi di secrezione e di assunzione di sangue. Questa e' la fase di maggior rischio di trasmissione di agenti patogeni


Vaccinazione Cani Gatti Conigli Provincia Milano | Chirurgia Veterinaria Provincia Milano | Veterinario Animali Da Compagnia | 
Microchip Cani Gatti Provincia Milano | Esami Veterinari Provincia Milano | Ecografia Veterinaria Provincia Milano | 
Agopuntura Veterinaria Provincia Milano | Neurologia Veterinaria Provincia Milano | Oculistica Veterinaria Provincia Milano | 
Ortopedia Veterinaria Provincia Milano | Cardiologia Veterinaria Provincia Milano | Dermatologia Veterinaria Provincia Milano | Mappa Del Sito

 

Torna ai contenuti | Torna al menu